salernitana coulibaly

Un clima surreale sta accompagnando la Salernitana in quest’avvio di preparazione. Nonostante la distanza dalla città, l’atmosfera negativa ha impregnato il periodo dei granata. Impegnati a Sarnano per i test pre-season, la compagine allenata da Fabrizio Castori non ha acceso l’entusiasmo. Un mercato finora improponibile e un banco di prova amichevole non convincente hanno gettato ulteriore sconforto. E quella che si prepara a tornare a Salerno sarà una squadra apparentemente demotivata e inferiore alle big del torneo.

Il compito della dirigenza è semplice. Almeno nelle parole. Perché nei fatti servirebbe una sterzata determinante sul mercato. Eppure, la squadra ha dato segni d’insofferenza alla classica coperta corta. C’è l’assoluta necessità di rinforzare i reparti del mister. Su indicazione del trainer di San Severino Marche, la dirigenza ha fiutato un tris di acquisti dal retrocesso Trapani. Elementi che Castori ha già allenato in Sicilia e punta ad averli all’Arechi.

Il primo è il centrocampista Gregorio Luperini, profilo che cerca la conferma in Serie B. Il club isolano ha fissato il prezzo, ci sarà bisogno di un cash pari a 300mila euro pur di arrivare alle prestazioni del toscano. Ecco che si aprirebbe lo scenario Mamadou Coulibaly, collega del nativo di Pisa e di proprietà dell’Udinese. In tal caso, sarà fondamentale la decisione del tecnico Gotti. L’uno, d’altra parte, non escluderebbe l’altro.

Infine, in una zona costellata da difficoltà, la Salernitana prova l’inserimento. Si tratta del difensore Luca Pagliarulo, in uscita dal Trapani e alla ricerca di una nuova sistemazione. Il Cavalluccio sarebbe in pole position e starebbe tentando di raggiungere l’accordo per l’esperto centrale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *