stadio maradona napoli

Punti pesanti in chiave europea per il Napoli di Gennaro Gattuso che ha la ghiotta occasione Udinese allo stadio Maradona. Con una formazione – quella bianconera di Luca Gotti – che non ha più nulla da chiedere al campionato e già sicura della permanenza nella vetrina principale. Gli azzurri, con un calendario favorevole sulla carta, non possono fallire l’obiettivo Champions League.

La cronaca

Avvio aggressivo da parte dei partenopei che controlla il possesso palla e la gestione della partita. Dopo appena dieci giri di cronometro, la squadra di casa ha subito una buona chance con Di Lorenzo che fallisce da due passi il tap-in vincente. Ci riprova subito Osimhen dagli sviluppi di un corner: l’attaccante stacca più in alto di tutti, ma la traiettoria sorvola la traversa. I friulani s’intravedono in avanti con l’asse Okaka-Pereyra, l’argentino calcia al volo senza trovare lo specchio.

Al 28′ il Napoli passa in vantaggio con Zielinski che si avventa su una ribattuta di Musso, abile ad opporsi ad Osimhen, e spedire in rete. Scocca la mezz’ora e i campani raddoppiano con Fabian: lo spagnolo raccoglie l’assist del collega polacco e libera un tiro a giro che batte l’estremo difensore. Al 41′ l’Udinese segna ed accorcia nel punteggio con Okaka che è lesto nell’incrociare e superare Meret. Al termine dei primi quarantacinque minuti è 2-1 allo Stadio Maradona.

Gli azzurri premono sull’acceleratore nell’avvio di ripresa, i tentativi di Insigne e Lozano non sono precisi. Il messicano, però, trova la via del gol al 56′ strappando la sfera ai bianconeri – in difficoltà nella costruzione dal basso – e infilando Musso per il 3-1. Al 59′ il neo-entrato Ouwejan fa partire una parabola che tocca la parte alta della traversa e si spegne fuori. Al 65′ si rinnova il duello tra Osimhen e Musso, il portiere respinge in corner. Dal calcio piazzato, i partenopei siglano il poker con Di Lorenzo. Al 78′ sono i legni a negare la gioia della rete a Insigne, sorriso che si concretizza nel finale con la firma anche del capitano.

Al triplice fischio è successo per il Napoli che conquista tre punti chiave in ottica qualificazione per la prossima Champions League.

Il tabellino

Napoli (4-2-3-1): Meret; Di Lorenzo, Manolas, Rrhamani, Hysaj (83′ Mario Rui); Bakayoko (83′ Demme), Fabian; Lozano (76′ Politano), Zielinski (76′ Elmas), Insigne; Osimhen (71′ Mertens). A disp.: Contini, Ospina, Zedadka, Petagna, Costanzo, D’Agostino, Labriola. All.: Gattuso

Udinese (3-5-1-1): Musso; Becao (54′ Forestieri), Bonifazi, Zeegelaar (77′ Samir); Molina, De Paul, Walace (54′ Ouwejan), Makengo (85′ Palumbo), Stryger Larsen; Pereyra; Okaka (77′ Micin). A disp.: Gasparini, Scuffet, Llorente, De Maio. All.: Gotti

Arbitro: Gianpaolo Calvarese di Teramo

Marcatori: 28′ Zielinski (N), 31′ Fabian (N), 41′ Okaka (U), 56′ Lozano (N), 66′ Di Lorenzo (N), 91′ Insigne (N)

Ammoniti: Bonifazi (U)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *