viterbese cavese

Tre come numero perfetto per eccellenza. O come vecchio proverbio della cultura popolare nostrana: Non cè due senza tre”. È quello che si augura la Cavese di mister Salvatore Campilongo chiamata alla sfida sul rettangolo da gioco della Viterbese. Dopo la sconfitta dell’andata, la formazione metelliana è obbligata a riscattarsi per dare continuità alle recenti prestazioni. La salvezza, infatti, non passerà soltanto dagli impegni casalinghi ma anche dalle performances in esterna.

I padroni di casa vivono un momento positivo con due vittorie consecutive e il centro della classifica conquistato. Tuttavia, gli Aquilotti puntano a rispettare la regola del tre e centrare il terzo successo sul manto erboso dei gialloblù. Sono due i precedenti ufficiali tra le due squadre sul manto erboso dell’Enrico Rocchi. Il primo confronto è della stagione 2018/19 nel match di recupero valido per l’ottava giornata del campionato. 17 aprile 2019, i biancoblù si sono imposti con un netto 1-3 che porta le firme di Favasuli, Rosafio e Fella. Di mezzo, il momentaneo pareggio di Pacilli.

Nel novembre del 2019, blufoncé ancora mattatori sul terreno di gioco dei Tusci. Nel quindicesimo turno valevole per il Girone C di Serie C, la squadra di Campilongo ha espugnato il Rocchi con un sigillo di Russotto al 79′. Il prossimo appuntamento risulterà prezioso per ambedue le formazioni. I riflettori saranno puntati sul rettangolo verde dei Leoni che cercheranno di blindare la posizione e assicurarsi la permanenza in terza serie. Discorso analogo per la Cavese che proverà a ottenere il terzo hurrà contro la Viterbese in trasferta per confermare il periodo di grande fiducia.

Fonte foto: L’Occhio di Salerno

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *