erra alessandro

Alessandro Erra, allenatore della Paganese, è intervenuto in conferenza stampa al termine della partita pareggiata contro il Bisceglie: “Nel secondo tempo siamo andati al cross con Squillace sei o sette volte e non ne abbiamo approfittato per poter chiudere la partita. Queste sono gare che se non chiudi paghi dazio. Al netto di una prestazione positiva, ci siamo fatti sorprendere nei particolari. Siamo amareggiati. Mendicino e Cesaretti? Non vedo responsabilità in loro due. Ci siamo fatti sorprendere su una situazione che potevamo gestire meglio, ma non ritengo assolutamente responsabili Mendicino e Cesaretti. Il nostro percorso è duro e lo sapevamo sin dall’inizio. Partite come questa, che sono scontri diretti, dobbiamo portarle a casa con le unghie e con i denti. Facciamo mea culpa, perché loro hanno pareggiato per una nostra disattenzione che ci costringe a rivedere qualcosa dal punto di vista dell’atteggiamento. Fattore casa? Non abbiamo ancora vinto in casa, mentre fuori abbiamo sempre giocato bene. La presentazione di oggi è stata buona, andava coronata con una vittoria, ma torniamo a casa con l’amaro in bocca. Il fattore campo, in chiave salvezza, attualmente non conta perché si gioca senza tifosi e abbiamo visto che ci sono tante vittorie in trasferta”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *