padalino

Pasquale Padalino, ha rilasciato alcune dichiarazioni in conferenza stampa al termine del match vinto contro la Viterbese: “Le vittorie sono sempre un qualcosa che vanno conquistate non nel giorno della gara, ma nella settimana. Venivamo da due sconfitte con Bari e Palermo e dal pareggio con la Turris che non ci hanno aiutato al morale. Abbiamo incontrato una squadra che ha cambiato tecnico, che voleva determinate risposte. Nel complesso abbiamo meritato, avremmo potuto fare più gol, abbiamo dato dimostrazione di essere una squadra compatta. Siamo stati bravi. Quando c’era da palleggiare lo abbiamo fatto, quando c’era da verticalizzare anche. Forse avremmo dovuto fare di più sotto porta, potevamo chiuderla prima ma sono soddisfatto della risposta della squadra. Fino alla fine i ragazzi sono andati alti, alla ricerca della palla e disturbare le loro fonti di gioco. È un approccio che dà fiducia per le prossime gare, ma non deve farci abbassare la guardia perché nelle prossime gare bisogna riconfermarsi. Mulè? Era già entrato bene con la Cavese. Oggi ha dimostrato personalità insieme a Codromaz che sta prendendo sempre più coscienza della sua forza. Mulè se la giocherà con gli altri, anche se ha ancora da imparare da calciatori esperti come Troest, Allievi e lo stesso Codromaz. Lia? Sono contento per lui, ha fatto ottime cose considerando la lunga assenza dai campi. In alcuni casi è stato precipitoso, ma è giustificabile dalla sua voglia di tornare a giocare. È un’altra arma a nostra disposizione”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *