schiavi cosenza cavese

Un difensore per la Cavese di Salvatore Campilongo. Agli ingressi in attacco e alle uscite in difesa si aggiungerà l’acquisto di un centrale di esperienza. È questa l’idea della squadra metelliana che, anche dopo la partita con il Palermo, ha evidenziato una lacuna. Un deficit che riguarda il reparto arretrato. E, in tal senso, la società si sta muovendo con grande attenzione per migliorare il gruppo e consentire alla piazza di raggiungere la desiderosa salvezza. Si sta monitorando, con dedizione e meticolosità, il mercato per quanto riguarda il pacchetto difensivo.

Schiavi e Baldan per la difesa, Altobello verso la permanenza a Bisceglie

Secondo quanto raccolto dalla nostra redazione, due nomi – oltre a quello di Giuseppe Esposito del Bari – sono in voga per la dirigenza blufoncé. Il primo è quello di Raffaele Schiavi, nato a Cava de’ Tirreni e attualmente in forza al Cosenza. In uscita dal club calabrese, il classe 1986 è stato individuato dal presidente Santoriello e dal responsabile dell’area tecnica Schetter come rinforzo utile alla causa. Richiestissimo in cadetteria e in terza serie, l’ex Catania – in scadenza di contratto nel prossimo giugno – avrebbe la possibilità di indossare la casacca biancoblù per la prima volta. Un’opportunità che Schiavi non si lascerebbe sfuggire: tuttavia, le concorrenti sono tante. La Cavese ha allacciato i primi contatti con il Cosenza e col giocatore, ma servirà uno sforzo per assicurarsene le prestazioni.

L’altro profilo in lista, spiccato nelle ultime ore, è di Marco Baldan. Ventisettenne di proprietà dell’Arezzo e nell’analoga situazione contrattuale del collega rossoblù, il calciatore veneto è finito nel mirino degli Aquilotti. Il Livorno, che da settimane sta lavorando all’acquisto, avrebbe allentato la presa e i metelliani si sarebbero inseriti con decisione. Sedici presenze stagionali tra campionato e Coppa Italia, il centrale è vicino alla separazione dai toscani. Le prossime ore saranno decisive, i campani hanno i riflettori puntati ma anche in questo caso servirà un’accelerata decisiva per accaparrarsi del cartellino del classe 1993.

Fumata nera, invece, per Errico Altobello. Conteso tra Cavese e Vis Pesaro, il calciatore – metelliano di nascita – resterà al Bisceglie. Categorica la scelta della proprietà nerazzurra che è convinta nel proseguire assieme l’avventura nella competizione del Girone C.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *