stadio lentini catania turris

L’impegno è di quelli importanti. Per l’avversario da affrontare e il contesto attuale della squadra. La Turris scende sul terreno di gioco del Nobile di Lentini per sfidare il Catania. Differenza di quattro punti in classifica tra i campani a quota 16 punti e una gara in più e i siciliani saliti al decimo posto e in fiducia dopo il successo conseguito sulla Vibonese.

C’è il profumo di alta graduatoria o, quantomeno, insidiare la zona playoff. Il rettangolo verde non si presenta nelle migliori condizioni, Fabiano sorprende tutti con lo schieramento ancora della difesa a tre e dell’assenza di Longo dall’inizio. In mediana ci sono Tascone e Franco, in attacco Romano supporta Giannone e Pandolfi.

La cronaca

La partenza, però, è di marca rossazzurra con Biondi temibile dopo appena cinque minuti: ben pescato da Pecorino, l’esterno calcia in maniera sporca da posizione interessante. Gli etnei premono con il piede sull’acceleratore e ci provano dalla distanza con Claiton: Abagnale disinnesca. Il tatticismo dei campani frena le offensive dei padroni di casa che trovano difficoltà nel ritagliarsi ulteriori opportunità. I Corallini reagiscono con una giocata personale di Pandolfi che si libera del diretto avversario ma non riesce a presentarsi davanti al portiere. Si va al riposo con il punteggio di 0-0.

Ripresa più avvincente per la Turris di Fabiano che aumenta l’intensità della manovra e tiene schiacciati gli etnei. La prima fiammata d’attacco è di Romano che chiama in causa Martinez con una conclusione rasoterra insidiosa. Il possesso palla del Catania è sterile senza aprire varchi importanti, la soluzione appare il tiro dalla distanza: si mette in proprio Pecorino, la sfera termina alta. Trascorso il quarto d’ora i campani sfiorano il possibile vantaggio con Romano che, servito da Longo, colpisce male di testa da pochi passi dallo specchio. L’incontro resta bloccato, Abagnale neutralizza una punizione nel finale ma non si registrano occasioni clou. Al triplice fischio è pareggio al Nobile di Lentini.

Un buon pareggio per la Turris che si dimostra una grande squadra, il Catania invece non sfonda e deve accontentarsi. Prosegue la marcia dei Corallini, resta altalenante il cammino dei siciliani.

Il tabellino del match

Catania (3-5-2): Martinez; Zanchi (28′ st Noce), Silvestri, Claiton; Pinto (16′ st Izco), Biondi, Maldonado (35′ st Piovanello), Welbeck, Albertini (16′ st Calapai); Reginaldo, Pecorino (28′ st Sarao). All: Cristaldi. A disp: Confente, Della Valle, Rosaia, Panebianco, Emmausso, Sarao, Vrikkis

Turris (3-4-1-2): Abagnale; Rainone, Di Nunzio, Lorenzini; Da Dalt, Tascone (37′ st D’Ignazio), Franco, Esempio; Romano (21′ st Fabiano); Giannone (10′ st Longo), Pandolfi. All: Fabiano. A disp: Lonoce, Barone, D’Ignazio, Marchese, D’Oriano, Sandomenico, Alma

Arbitro: Luca Angelucci

Ammoniti: Albertini (C), Da Dalt (T), Maldonado (C), Pandolfi (T), Longo (T)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *