nicola lancini cavese

Risalire la classifica e salvarsi. Gli obiettivi della Cavese sono ricorrenti nell’ambiente e il pareggio in esterna con la Vibonese può essere un punto di partenza. Al lavoro certosino sul manto erboso sotto la guida di Salvatore Campilongo si aggiunge l’opera di puntellamento della rosa da parte della società. I metelliani, infatti, sono tra i più attivi della finestra invernale di calciomercato. L’organico, seppur di buone qualità, ha bisogno di accorgimenti per rendere il gruppo preparato al girone di ritorno.

Bisognerà scalare la graduatoria. Farlo in fretta e con calciatore esperti. La dirigenza, di conseguenza, si è adoperata nei vari reparti per ingaggiare interpreti pronti. Ma le idee di mercato non sono terminate e, nel corso delle ultime ore, la proprietà si è concentrata sui profili di Nicola Lancini e Antonio Natalucci. Due difensori, duttili come jolly in più posizioni del reparto arretrato. Trattative per entrambi i giocatori, prossime ore decisive per eventuali sviluppi sugli esiti degli affari in entrata.

Il primo è un terzino sinistro, nativo di Calcinate e attualmente impegnato nel Girone C della Serie D con il Mestre. Laterale basso ma anche polivalente sulla linea dei centrocampisti, Lancini può ricoprire il ruolo di centrale e porterebbe dietro le esperienze passate. Brescia, Carrarese, Bassano, Andria, Virtus Verona e Fermana. Passaggio in biancoblù quasi concretizzato e contratto di sei mesi – con opzione di rinnovo in caso di salvezza – vicino alla firma.

Il secondo, al contrario, è un nome tutt’altro che nuovo per la Cavese. Dopo giorni di stand-by, l’operazione è ripartita e già nelle prossime ore potrebbe giungere allo snodo decisivo. Dopo il debutto con la Nazionale della Repubblica Dominicana, Natalucci sarebbe prossimo al trasferimento in forza agli Aquilotti con la formula del prestito dalla Triestina. Procedono i lavori, quindi, in casa metelliana: il mercato è ancora in fermento.

Capitolo attaccante

Il rinvigorimento della squadra non si fermerà al pacchetto difensivo. La Cavese, difatti, si sta muovendo altresì per il centravanti. Un centravanti mobile, classica punta che può essere efficace in un tridente o in tandem. E il profilo delle ultime ore è quello di Federico Gerardi. Secondo quanto riportato da Tuttomercatoweb, i metelliani hanno raggiunto l’intesa per il tesseramento di proprietà del Gubbio. Acquisto a titolo definitivo e un contratto fino al 2022 per l’attaccante.

Quattrodici partite disputate e tre gol messi a segno per il terminale offensivo di Pordenone che in carriera ha vestito le pesanti maglie di Cittadella, Reggina e Udinese. Campilongo, dunque, avrà il suo rinforzo per il reparto avanzato: l’annuncio di Gerardi è atteso in giornata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *