vigorito benevento

Oreste Vigorito, presidente del Benevento, ha rilasciato alcune considerazioni ai microfoni del portale giornalettismo.com: “Mi sono state attribuite parole non dette. Io ho fatto riferimento alla violazione del regolamento Var e ho aggiunto che Mazzoleni viene chiamato a decidere l’esito nelle quali a soccombere è sempre una squadra del Sud. Ho riportato dei messaggi che in quel momento mi stavano arrivando, non mie convinzioni. Mi ha dato fastidio leggere articoli nei quali io avrei detto che Mazzoleni ce l’ha con il Sud. Non ho mai fatto riferimento ad un complotto. Addirittura è stato scritto che sarei vittima di questo tipo di situazioni per l’amicizia con il Presidente Cosimo Sibilia. Per me resta solo l’errore commesso da arbitro e VAR in quanto Mazzoleni sarebbe potuto intervenire solo se avesse dovuto stabilire se il fallo fosse stato commesso o meno. Indagini? È naturale che dopo le mie affermazioni fosse aperta un’indagine. Io ho detto che è capitato che l’entità di certe situazioni non è stata valutata in maniera giusta. Vedremo come queste indagini si chiuderanno e se saranno i titoli dei giornali ad avere un peso sulla Giustizia Sportiva”.

Vigorito, infine, ha parlato anche del suo futuro al Benevento e delle voci sull’acquisizione della Salernitana:

“Sono alla guida del Benevento da 15 anni e non abbandono la mia creatura. Sono felice per la cavalcata della Salernitana, ma da qui a dire che sono interessato all’acquisto della società granata ce ne corre. Il calcio è fatto di tanta fantasia”.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *