turris liguori

Un derby dal profumo dell’alta classifica. La Turris di Bruno Caneo, autentica sorpresa e terza della classe del Girone C di Serie C, attende l’Avellino di Piero Braglia, in un momento di fiducia e con un filotto di risultati utili consecutivi, allo Stadio Amerigo Liguori. Un confronto fondamentale in ottica playoff, le due squadre sono in lotta per la parte nobile della graduatoria e sono pronte a confermarsi nel testa a testa di Torre del Greco.

I Corallini, archiviato il successo perentorio sul campo della Virtus Francavilla, sono nella fase clou della preparazione all’incontro. Tutti gli effettivi sono a disposizione di mister Caneo ad eccezione dell’esterno Ghislandi e dell’attaccante Longo, ancora alle prese con le terapie e il programma differenziato di recupero dai rispettivi infortuni alla caviglia e al tallone. Due promettenti profili del vivaio sono stati aggregati al gruppo: si tratta dell’esterno d’attacco Luca Nocerino e della prima punta Carlo Lombardo.

I Lupi, in giornata, hanno disputato un’amichevole contro la Primavera 3. Risultato di 11-1 per i biancoverdi di Braglia, sugli scudi l’intero reparto offensivo. In vista della partita sul suolo torrese, gli irpini puntano a far ritrovare la migliore condizione a Carriero. Non ci sarĂ  Aloi, squalificato dal Giudice Sportivo. In difesa potrebbe rivedersi Bove assieme a Dossena e Silvestri. Il tecnico di Grosseto, inoltre, pensa a una possibile variazione di modulo e a una modifica degli interpreti sulla trequarti. Da valutare Sbraga e Ciancio.