gattuso

Vittoria nel segno di Bakayoko che offre al Napoli il bottino pieno dopo una prestazione tutt’altro che convincente. Gennaro Gattuso, intervenuto ai microfoni di Sky Sport al termine della partita della Dacia Arena, ha commentato la prova della sua squadra: “Non era facile oggi dopo la partita contro lo Spezia, la squadra è viva e sa che deve giocare sempre al massimo. Al Maradona abbiamo preso una mazzata importante, perdendo una partita incredibile. Non era assolutamente facile venire qui a vincere. Ci siamo ripresi quanto abbiamo lasciato quattro giorni fa”.

Ancora sulla prova della squadra: “Mi dispiace per Rrahmani, è un grande professionista ma era in difficoltà. Ho dovuto fare delle scelte, avrà ancora le sue chance. Ho preferito toglierlo a fine primo tempo. I giovani di oggi devono imparare a smanettare meno, si leggono troppe cose sul telefonino. Dobbiamo pensare al campo. Se restiamo sul pezzo possiamo ancora migliorare, viviamo in una piazza che non è facile. Mi arrabbio non tecnicamente, ma sull’annusare prima le situazioni. Abbiamo subito qualche tiro in porta in più, ma eravamo sempre là. È un aspetto che la squadra si porta dietro da tanto tempo, da prima della mia gestione. A livello di mentalità questa squadra non è mai stata grande, soffriamo a tratti. Nel calcio c’è la parte emotiva e caratteriale e si può migliorare anche quella”.

Gattuso parla anche sull’eventuale partenza di Llorente, rientrato pienamente nel gruppo dopo le pesanti assenze in chiave offensiva di Mertens e Osimhen: “In questo momento no perché Osimhen ancora non sta benissimo con il braccio e ha il Covid, quindi vediamo. Fin quando non siamo sicuri al 100% Llorente resterà con noi. Per il resto non credo che faremo nulla, ma ci pensa la società. Io penso ad allenare, ho una squadra forte e stiamo bene così”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *