Gaetano

“Troppo bello, chi non ha sognato una cosa del genere da bambino? Una emozione che non si può spiegare, una grandissima gioia”. Gianluca Gaetano esprime la sua felicità ai microfoni di Radio Kiss Kiss.

Primo gol in Serie A, con la maglia del Napoli, davanti al pubblico del Maradona:

“È stato il coronamento di una grande stagione e dei miei tanti sacrifici. Il Napoli è stata la mia vita, sono cresciuto qui e adesso provo una soddisfazione immensa per la quale non ci sono parole”.

Alla fine della gara contro l’Inter tutti si sono stretti nell’abbraccio attorno a te:

“Sì, ringrazio i compagni e la Società. Sapevano tutti dei miei sacrifici, degli allenamenti a 1000 all’ora, della mia crescita nelle giovanili. Tutti mi hanno festeggiato ed è stata una serata meravigliosa. Abbiamo lottato in ogni partita e questo scudetto oltre a essere bellissimo è anche meritatissimo”.

C’è ancora l’obiettivo di superare i 91 punti:

“Sì, noi abbiamo sempre motivazioni. Giocare con la maglia del Napoli è sempre affascinante e stimolante. Lo abbiamo dimostrato con la prestazione contro l’Intere e vogliamo chiudere in bellezza. Il nostro primo segreto è l’unione. Siamo stati insieme fuori e dentro dal campo, ci siamo aiutati sia chi ha giocato di più che chi ha giocato di meno. Siamo stati compatti e questa è la forza più grande che abbiamo avuto”.

Spalletti ha detto che sei fortissimo e che lo scopriremo presto:

“Sentir dire queste parole dal mister è una grande gratificazione. Essere campione d’Italia con il Napoli è qualcosa di storico. Io spero di continuare così e di essere un giocatore importante per il futuro. Il mio desiderio è restare con la maglia azzurra e vincere altri scudetti”.