padalino

Pasquale Padalino, allenatore della Juve Stabia, è intervenuto in conferenza stampa per presentare il match contro la Viterbese: “La squadra fino ad oggi ha risposto sempre presente, nonostante i risultati. La squadra non ha mai subito contro nessuno, abbiamo sempre mantenuto bene il campo, creato per poter portare a casa il risultato, magari non abbiamo concretizzato come avremmo voluto. Guardando avanti, però, non è escluso che potremmo variare qualcosa, è una possibilità ma al momento non c’è nessun allarme che possa farmi pensare ad un diverso sistema. Covid e indisponibili? Abbiamo sei calciatori fuori, compreso Allievi squalificato. È una situazione che va gestita e credo che appartenga a tutte le squadre. Identità? Ci stiamo avvicinando a quello che può essere un’identità di gioco e tattica. Oggi non possiamo ancora ritenerci completi e soddisfatti perché il lavoro non è terminato. La Viterbese è una squadra che ha desiderio di invertire la rotta e il cambio di allenatore suscita sicuramente quella scossa all’interno di uno spogliatoio. Ovviamente toccherà a noi non dare coraggio ad una squadra che sta vivendo un momento difficile. Il nostro obiettivo è quello di disputare un campionato dignitoso, di rientrare tra le squadre che parteciperanno ai playoff, poi durante il cammino vedremo cosa saremo in grado di fare. Non ci precludiamo nulla. Finalizzazione? È una nota dolente in questo momento. Per quanto produciamo, abbiamo il demerito di non concretizzare. Da qualche settimana ci stiamo lavorando, i ragazzi stanno facendo passi in avanti in tal senso. Ripa? È un calciatore conosciuto, non ha bisogno di presentazioni. Si sta allenando, vedremo quali saranno i suoi progressi da qui al prossimo futuro. Poi si valuterà in base alle nostre esigenze ed alle sue”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *