asse milik

Una delle trattative più roventi dell’estate, l’asse caldo che da Napoli va a Roma. È al centro di ogni argomentazione c’è il profilo di Arek Milik. Il centravanti sarebbe giunto alla conclusione della sua esperienza con i colori azzurri. Un feeling sbocciato a metà, tra infortuni e l’exploit di Mertens. Approdato in Italia come erede naturale di Higuain, il polacco non è mai riuscito ad imporsi in maniera netta. Molto altalenante nelle prestazioni e nelle statistiche. Eppure, i capitolini guidati da Fonseca sono intenzionati a dargli ulteriore fiducia. Con una maglia da titolare – in concomitanza con l’addio di Dzeko – pronta a esser indossata.

Secondo le ultime indiscrezioni di mercato, il passaggio di consegne sarebbe all’atto decisivo. Con l’acquisto di Osimhen da parte dei partenopei, Milik ha percepito la chiusura degli spazi. Quindi, l’occasione di restare in Serie A e vestire un’altra casacca storica. Quella giallorossa, appunto. Le società proseguono nei fitti contatti per trovare l’accordo di massima. Agli ordini dell’allenatore dei campani, Gattuso, dovrebbero giungere l’esterno Cengiz Under e il giovane centrocampista Alessio Riccardi. Eppure, il Napoli non sembra accontentarsi e sta spingendo per un conguaglio economico.

Una pretesa che si aggira attorno ai 15 milioni di euro. La Roma ne offre 10, la forbice resta larga ma facilmente colmabile. Milik, intanto, si è convinto ed è disposto ad accettare la cessione alla formazione di Trigoria. L’asse tra la Campania e il Lazio, frattanto, si surriscalda. Telefoni bollenti. Oggetto del discorso è la punta polacca.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *